sabato, 25 giugno 2011 ore 23:20 (UTC+1)

Vacanze Inaspettate

Ti metto a posto io

Leggi

di Feo Del Maffeo


(foto feo del maffeo)

...Chiamiamola Doris, anche se non è il suo vero nome.
L’abbiamo conosciuta quasi un anno fa: una donna molto comune, se si vuole, un marito con una posizione, un amante primitivo e ignorante, un’amica del cuore che con lei condivide locali alla moda e situazioni glamour qui e nel circondario. Un po’ di tratti personali: molto bella, con una furbizia istintiva a non mescolarsi alle oche bellissime e supertruccate. I soliti due figli allevati a coccole molto ma molto costose.
Ma la caratteristica fondamentale è l’antipatia. Diciamocela. Se il marito una volta per tutte la scoprisse con i suo amante Hulk, saremmo tutti contenti. Mentre il marito fa finta di niente, calcolando. Non si sa che cosa voglia calcolare. Lui per lei è tutto quello che ha, ma da qualche settimana nemmeno lui può più fare a meno di lei, e in peggio.
È successo quando se ne è andata a Parigi, per un giro di acquisti, con la sua famosa amica, Betta. Lui a casa invita casualmente, per una serata di bisboccia, un po’ di persone tra cui il marito di questa Betta, che conosce per affari.
Parlando, bevendo, forse un po’ troppo, si parla anche delle due principesse in Francia, e il consorte di Betta, che forse, col senno di poi, già qualcosa sapeva, propone di chiamarle, per sentire come va.
Si sa come sono i telefonini. Se capitano nelle mani sbagliate possono creare delle rivoluzioni. È quello che succede quando il marito dell’altra, Betta non dimentichiamoci, chiede al marito di Doris il suo telefonino, e mentre gli altri al tavolo parlano animatamente del più e del meno, compone il numero, o almeno questo è quello che pensano gli altri perché lui, invece, apre la casella dei messaggi. E si trova la vita rovinata.
Uno dopo l’altro, messaggi, di un tono difficile da definire scritti da un’amica, si elencano sullo schermo. È sua moglie che scrive, e non a lui, e usa parole e soprattutto termini che a lui non sono mai stati indirizzati.
Si alza dalla sedia, mostra per intero il più rovente di quei messaggi all’altro, a quello cioè che ormai sa essere l’amante della moglie, e che rimane a guardare allibito, poi posa il telefonino sul tavolo, con calma, e altrettanto calmo molla un cazzotto tremendo al rivale, che cade all’indietro, e poi esce.
Appena a casa telefona alla moglie, e senza fare tanti giri di parole le chiede di passargli Doris. Le spiega tutto, poi attacca. Non si sa che cosa sia successo in quella stanza d’albergo parigina, oppure lo sanno solo i due uomini e, naturalmente, le due donne. Si sa solo che Doris, da quando è tornata, ha voluto la luna, se non di più. Viaggi fantasmagorici, conto aperto nelle migliori boutique, migliorie alla casa. Tra l’altro gli ha detto, senza virgole, che  ...
(da uno dei due racconti originali)

In onda su Rete Uno Sabato 25 Giugno alle 23.20
Riascoltabile il venerdî successivo, alle 3.15 in Nottetempo
Riascoltabile/Scaricabile su www.reteuno.rsi.ch cliccando su Podcast

Vito Gravante legge un nuovo capitolo della sua "Ammore".
Scrittura e lettura di altri due racconti, “Vendetta” e “Programmi per le vacanze” sono di feo del maffeo.
Voci dai film: In Her Shoes, I Mostri, Il Conformista

Le Musiche: la famille bou - wave line * alela diane - foreign tongue * fausto cigliano – anema e core * tom waits - new coat of paint * albin de la simone – adrienne


Ascolta

Proprietà audio
AIA PER MENARCI IL CANE 42 r - 25 Giugno 2011

08.06.2011

RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana, succursale della Società svizzera di radiotelevisione SRG SSR logotipo